La storia della macchina per cucire

È anche la nostra

la-storia-della-macchina-da-cucire

Quando e da chi fu inventata la macchine per cucire? Rispondere a questa domanda non risulta così semplice come sembra.

A partire dal 1755 fino al 1842 furono diversi i brevetti depositati. Il primo fu Charles Fredrick Wiesenthal, tedesco di origine, ma in Inghilterra durante l’invenzione. Lo seguì l’inglese Thomas Saint nel 1790 e il francese Barthélemy Thimonnier nel 1830. L’ultimo fu John J. Greenough nel 1842.

All’inizio la macchina per cucire era azionata a mano. Una manovella era applicata sul corpo della macchine e garantiva il movimento dell’ago, della spoletta e l’avanzamento del tessuto. Una mano risultava quindi occupata.

Notata la difficoltà e la poca praticità della macchina a manovella nacque la macchina per cucire a pedale. Muovendo il piede sul pedale si azionava la cinghia che produceva il movimento.

Oggi naturalmente le macchine per cucire sono dotate di un motore elettrico e grazie al pedale o ad una levetta la macchina viene azionata.

In Italia la prima azienda a produrre macchine per cucire fu Salmoiraghi, solo quattro anni prima della nascita della nostra attività.

Segnala questa pagina ai tuoi amici

Contatti

Orari e aperture

Lunedì 14:30/19:30
Mar/Sab 08:30/12:30 - 14:30/19:30
Domenica Chiuso

Seguici

Contattaci

Entra nell'area clienti

Copyright© 6IN 2012-2020 Partita IVA n. 01627640335

Condizioni di utilizzo Privacy Policy

Ti abbiamo inviato una mail con il coupon in allegato.

Controlla la tua casella di posta.

×